CONDIZIONI GENERALI DI VENDITA

In Verbo Veritas 

Articolo 1  – Generalità

1.1 Le presenti condizioni generali di vendita si applicano, ad esclusione di qualsiasi altre condizioni generali, salvo convenzione contraria esplicita, ad ogni ordine effettuato alla traduttrice – Valérie DULLENS – (in seguito denominata « la Traduttrice ») dal cliente per un lavoro di traduzione, di rilettura, correzione o ogni altro lavoro convenuto tra le due parti.

1.2. Ogni deroga alle presenti condizioni generali di vendita sarà possibile solo con autorizzazione scritta esplicita della Traduttrice, redatta sotto forma di condizioni generali di vendita.

Articolo 2 – Offerte, attuazione della convenzione  

2.1. I preventivi della Traduttrice sono validi per 14 giorni.

Tutti i preventivi e le offerte della Traduttrice sono senza impegno, le offerte hanno solo un valore indicativo.

2.2. La convenzione è stabilita dall’accettazione dalla Traduttrice di un ordine trasmesso dal cliente.

Quest’ordine dovrà essere firmato e notificato alla Traduttrice tramite posta tradizionale o elettronica. Se la Traduttrice non è stata in grado di consultare l’integralità del testo prima di stabilire l’offerta, può, anche dopo la sua accettazione, modificare o revocare la sua offerta.

2.3. La Traduttrice considera come suo cliente ogni persona che le trasmette l’ordine, a meno che quest’ultimo l’abbia informata di lavorare sotto mandato, in nome e per il conto di un terzo e a condizione che il nome e l’indirizzo di questa persona siano stati comunicati allo stesso tempo alla Traduttrice.

Articolo 3 – Modificazione/ritiro di ordine 

3.1. Se, dopo che il contratto sia stato stabilito, il cliente modifica l’ordinazione, la Traduttrice può adattare il termine e/o il prezzo o rifiutare l’ordinazione.

3.2. In caso di annullamento di un ordine da parte del cliente, codesto è obbligato al pagamento della parte dell’ordine già realizzato, e di un’indennità calcolata in base alla tariffa oraria determinata nell’offerta o, in mancanza, alla tariffa oraria di 50€, per i lavori di ricerca già condotti per la parte non tradotta. La Traduttrice mette a disposizione del cliente il lavoro già effettuato.

Articolo 4 – Esecuzione delle ordinazioni, privacy 

4.1. La Traduttrice tratterà le informazioni a lei trasmesse dal cliente con la più grande riservatezza.

4.2. Ove possibile, il cliente fornirà, a richiesta, le informazioni sul contenuto del testo da tradurre, nonché la documentazione e la terminologia disponibili. L’invio dei documenti sopraindicati avviene sempre sotto la responsabilità e a rischio del cliente. La Traduttrice non sarà in nessun caso responsabile dell’esattezza delle informazioni fornite dal cliente.

Articolo 5 – Termine e tempo di consegna  

5.1. Il termine di consegna è dato a titolo indicativo, salvo convenzione contraria esplicita e scritta. La Traduttrice si impegna ad informare senza ritardo il cliente appena le sembra che la consegna non potrà avvenire al momento convenuto.

5.2. In caso di ritardo della Traduttrice, il cliente, se non può aspettare, ha il diritto di risolvere unilateralmente il contratto, dopo avere intimato alla Traduttrice di eseguirsi entro 24 ore. La Traduttrice non è tenuta, in questo caso, all’indennizzo dei danni.

5.3. La consegna è considerata effettiva al momento della consegna in mani proprie o dell’invio tramite posta ordinaria o posta elettronica.

5.4. La consegna di dati tramite posta elettronica è considerata effettiva dal momento in cui il media ha confermato l’invio.

Articolo 6 – Onorari e pagamento

6.1. Gli onorari sono teoricamente basati su una tariffa per parola. Per lavori diversi da traduzioni, gli onorari possono essere fatturati in base ad una tariffa oraria. La Traduttrice può anche fatturare al cliente, in più dei suoi onorari, le spese legate all’esecuzione dell’ordinazione.

6.2. Per la traduzione di atti ufficiali o a carattere giuridico, gli onorari possono essere calcolati in base ad importi forfettari.

6.3. Tutti gli importi sono menzionati netti all’IVA.

6.4. Le fatture vanno quietanzate entro il termine massimo di 10 giorni dopo la data di fatturazione,  nella divisa della fattura,  salvo convenzione contraria esplicita e scritta.

In caso di ritardo di pagamento, il cliente sarà debitore, senza previa intimazione, di un interesse di 12% all’anno, dalla data di scadenza della fattura, fino al compiuto pagamento.

6.5. In caso di mancato pagamento alla scadenza, il cliente sarà debitore di una penalità forfettaria del 15% dell’ammontare delle prestazioni fatturate, con un minimo di 75€.

Article 7 – Reclami e controversie

7.1. In mancanza di stipulazione contraria, il cliente notificherà i suoi eventuali reclami alla Traduttrice tramite posta raccomandata entro 7 giorni al più tardi dopo la consegna del lavoro. I documenti originali e le traduzioni contestate dovranno essere allegati. Dopo questo termine, la formulazione di un reclamo non libera il cliente dalla sua obbligazione di pagamento.

7.2. Il cliente perde ogni diritto alla presentazione di un reclamo se ha fatto o fatto fare modificazioni  al lavoro consegnato o se ha trasmesso il suddetto lavoro ad un terzo.

Articolo 8 – Responsabilità: protezione

8.1. La Traduttrice è responsabile dei soli danni che siano conseguenza diretta di un errore della Traduttrice.

8.2. In nessun caso la Traduttrice può essere ritenuta responsabile di reclami motivati da sfumature di stile. Nel caso di lavori di traduzione, la Traduttrice non può essere tenuta a redigere in uno stile diverso da quello del testo di partenza.

8.3. L’ambiguità del testo da tradurre esonera la Traduttrice da ogni responsabilità.

8.4. La Traduttrice non è responsabile del deterioramento o della perdita di documenti, di informazioni o di supporti di informazioni messi a sua disposizione per l’esecuzione del contratto. La Traduttrice declina inoltre ogni responsabilità in caso di danni risultanti dell’utilizzazione di tecnologie dell’informazione e di mezzi di telecomunicazioni moderni.

8.5. Il cliente è tenuto a proteggere la Traduttrice da tutte le pretese da parte di terzi che risulterebbero dall’utilizzazione del lavoro consegnato.

Articolo 9 – Dissoluzione

9.1. La Traduttrice potrà risolvere il contratto o sospenderne l’esecuzione, senza nessun’obbligazione di risarcimento, se il cliente non soddisfa le sue obbligazioni. Sarà così anche in caso di fallimento, di procedura di riorganizzazione giudiziaria, di mediazione per debito o di liquidazione dell’impresa del cliente. Può, in quest’ipotesi, esigere il pagamento immediato delle somme a lei dovute.

9.2. In caso di annullamento di un ordine da parte del cliente, il lavoro della Traduttrice sarà fatturato come previsto dall’articolo 3.2.

9.3. Se la Traduttrice non è in grado di soddisfare regolarmente alle sue obbligazioni per circostanze indipendenti dalla sua volontà, può sciogliere il contratto senza nessun obbligo di indennizzo.

Vanno considerati, in ogni caso, come circostanze indipendenti dalla sua volontà, ma non solo, gli incendi, gli incidenti, le malattie, gli scioperi, le sommosse, le guerre, gli ostacoli al trasporto, le misure prese dai pubblici poteri, o altre circostanze sulle quali la Traduttrice non può avere nessuna influenza.

Articolo 10 – Proprietà intellettuale

10.1. Salvo convenzione contraria esplicita e scritta, la Traduttrice rimane titolare dei diritti di autore sulle sue traduzioni, delle eventuali modificazioni portate ai testi e degli altri testi redatti dalla Traduttrice.

10.2. Il cliente si impegna a proteggere la Traduttrice da ogni pretesa da terzi per motivo di pretesa violazione di diritti di proprietà, di brevetto, di autore o di altri diritti di proprietà intellettuale relativi all’esecuzione del contratto.

Articolo 11 – Diritto applicabile

11.1. Le relazioni giuridiche tra il cliente e la Traduttrice sono disciplinate dalla legge belga.

11.2. In caso di controversia, sono competenti solo i tribunali della circoscrizione giudiziaria di Liegi (Belgio).